Le tre Sorelle Whitaker

Le tre Sorelle Whitaker

La Bellissima città di Palermo fin de siècle, è rimasta nella mitologia dei palermitani come uno dei momenti più felici della loro storia, annoverata tra le glorie patrie, come i Parlamentari normanni e i Vespri Siciliani. L’aristocrazia europea ne fece in verità, una delle stazioni più esclusive ancora, nei decenni del primo Novecento, in più la presenza di una nutrita colonia inglese, ne accentuò il tono cosmopolita.

Nelle più famose ville urbane e suburbane furono ospiti Wagner, Mussolini, il Kaiser e Edoardo VII, l’imperatrice Eugenia, la regina Mary, e tanti altri ancora, sullo sfondo di un mondo, che sarebbe sopravissuto fino alla seconda guerra mondiale.

Tutto ha inizio nei primi anni dell’Ottocento, 1806 al seguito della truppa inglese, durante le guerre antinapoleoniche, di Benjamin Ingham che intravede le possibilità offerte dal vino dell’area di Marsala – così simili al Porto- che impone in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, accumulando una grande fortuna. Alla sua morte nel 1861, gli succede il nipote Joseph Whitaker senior, da cui discendono tutti gli altri. Il figlio Joseph junior, famigliarmente Pip, ornitologo, studioso di botanica, appassionato archeologo, (a lui si deve l’acquisto, gli scavi e la scoperta dell’insediamento punico nell’isola di Mozia), nel 1883 sposa Tina (1858-1957), la giovane figlia del colonnello Alfonso Scalia e di Giulia Anichini, coppia di ardenti ma squattrinati patrioti, esuli in Inghilterra nel periodo preunitario. Tornati in Italia dopo l’Impresa garibaldina- Scalia intanto è divenuto colonnello dell’esercito regolare- vivono a Palermo, a Messina , a Napoli a Parma, a Cuneo,finchè si ritirano definitivamente a Palermo dove incontra Pip e decide di diventarne la moglie del ricchissimo, e splendido ragazzo piuttosto, che intraprendere la carriera operistica per la quale si stava preparando. Dopo una breve permanenza a Marsala la coppia si stabilisce nel 1889 a Villa Malfitano; nel frattempo nascono Norina e Delia le due figlie della coppia. La Villa con un grande parco esotico fa parte della rete di artistiche residenze della famiglia Whitaker, che in quegli anni costellano la città insieme a Villa Sofia, casa di Robert e Maude e alla villa tardogotica di via Cavour di Joshua ed Euphrosyne. L’intero arredamento è importato dall’Inghilterra, la loro vita si svolge tra il tennis la vela, il maneggio, contribuiscono alla realizzazione della chiesa anglicana. Nel 1921, nella loro vita entra il Generale Antonio Di Giorgio che sposa Norina di trentasette anni mentre lui ne conta cinquantaquattro. La coppia si trasferisce a Roma, nel 1928, il colonnello rompe con il Regime, tornano a Palermo e si ritirano a vita privata. Delia, muore a Palermo nel 1971, all’età di ottantasei anni, lasciando un cospicuo patrimonio, donato tutto in beneficienza, la sorella Norina, la cura e accudisce sino alla morte.

Anna Sciacovelli

Redazione You Donna

You Donna è la sezione donna che ti tiene sempre informato sulle ultime notizie dedicate alle donne.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *