Forza Sport Primo Piano Primo Piano Forza Sport Volley

Accademia fermata in cinque set dalla capolista

Impresa sfiorata per l’Accademia superata a Benevento dalla capolista Pontecagnano con il punteggio di 3-2 (25-20, 20-25, 25-23, 23-25, 15-13) nel big match della diciassettesima giornata del campionato di serie c.

Come nella partita d’andata, le giallorosse gridano vendetta per essere state fortemente penalizzate (sarebbe quasi giusto dire defraudate) nel terzo set, deciso a tavolino dal primo arbitro della gara. Sul punteggio di 23-23 e con parità anche nel computo dei set, infatti, non viene ravvisata una evidente infrazione al palleggio nella metà campo salernitana e non solo. Al termine della stessa azione il direttore di gara estrae un inspiegabile cartellino rosso al tecnico di casa Ruscello che, invece, non aveva avanzato alcun tipo di protesta. Un finale di frazione davvero sfortunato per un’Accademia che avrebbe potuto trovarsi avanti 2-1 e che invece si è trovata sotto non per suoi demeriti.

Ottima comunque la reazione delle giallorosse sia nel secondo che nel quarto set, ma una bella Accademia si è vista per tutta la partita, terminata solo 15-13 al quinto per Pontecagnano, contro un avversario che è al tredicesimo successo di fila in campionato ma che stasera non ha affatto dimostrato di essere superiore.

L’Accademia resta al secondo posto in classifica, pur portando a casa un solo punto, ma vede ridursi a tre lunghezze il distacco sulla terza piazza occupato dalla Volalto Caserta 2.0, vittoriosa nell’anticipo di ieri contro la Gimel S. Agata. Sarà probabilmente lo scontro diretto tra le due formazioni alla penultima giornata a decretare le posizioni finali.

La cronaca

BENEVENTO – Accademia senza Alessandra Pericolo, sostituita da Iannelli in posto 4 (per lei ottima partita stasera), al completo invece Pontecagnano.

Parte meglio la squadra salernitana che mette in difficoltà le beneventane soprattutto in ricezione. Il pallino del gioco resta sempre nelle mani del Pontecagnano che arriva fino al 20-12. L’Accademia inizia a far vedere segnali di ripresa e cede alla fine 20-25.

Completamente ribaltato invece l’andamento della seconda frazione. E’ l’Accademia a tenere meglio il campo fin dalle prime battute e a essere molto più incisiva in tutti i fondamentali. Le giallorosse giocano per tutto il set con 4-5 punti di vantaggio e arrivano alla prima palla set sul 24-18, chiudendo poi sul 25-20.

Comincia così un’altra partita e da questo momento sarà un match bellissimo ed emozionante. Pontecagnano è avanti sull’11-7 ma il time out del tecnico di casa Ruscello scuote l’Accademia. Parziale di 9-2 per le giallorosse che ora sono 16-13, è spettacolo Accademia. Pontecagnano non ci sta e impatta di nuovo sul 18-18. Sorpassi e controsorpassi portano fino al 23-23 quando poi è l’arbitro ad entrare in scena e a decidere il set in favore delle salernitane, come detto in apertura.

Il rocambolesco finale di terzo set, più che dare una mazzata alle giallorosse, accende ancor di più il sestetto beneventano che riprende a dominare come già visto durante la seconda frazione. Il vantaggio appare rassicurante fino al 20-16 quando Pontecagnano decide di accelerare e provare a chiudere la partita. Le salernitane si riportano sotto 21-22 ma è l’Accademia stavolta a spuntarla 25-23 alla seconda palla set.

Il tie break è una guerra di nervi. Le squadre arrivano punto a punto fino al 13-13, segno di un equilibrio tra le due formazioni evidente almeno per quanto visto stasera. Lo sprint decisivo è del Pontecagnano che con il 15-13 finale si aggiudica set e incontro.

Pubblicità

Pubblicità

unicef

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità