Inaugurazione del concorso europeo per l’innovazione sociale 2018: tre premi da 50 000 euro ciascuno per le innovazioni che favoriscono i giovani

Inaugurazione del concorso europeo per l’innovazione sociale 2018:  tre premi da 50 000 euro ciascuno per le innovazioni che favoriscono i giovani

È stata inaugurata oggi a Parigi l’edizione 2018 del concorso europeo per l’innovazione sociale. Il concorso, gestito dalla Commissione europea, mira a promuovere e a presentare innovazioni, idee e progetti sociali in tutta Europa. L’edizione di quest’anno, intitolata RE:THINK LOCAL, è alla ricerca di nuove idee che consentano ai giovani di cogliere e creare opportunità economiche nel loro territorio mediante nuove tecnologie e nuovi metodi di lavoro. Ad ognuno dei tre progetti vincitori sarà assegnato un premio di 50 000 euro per idee che utilizzano le caratteristiche locali per creare opportunità per i giovani in un’economia in evoluzione.

“Negli ultimi anni l’economia si è trasformata rapidamente e vi sono molti nuovi modi di fare impresa, utilizzare la tecnologia o lavorare. In alcune regioni e comunità locali i cambiamenti hanno portato prosperità, mentre in altre i cittadini faticano ad adattarsi e chi può si sposta per cercare lavoro altrove. Per contribuire a creare opportunità a livello locale, l’edizione 2018 del concorso europeo per l’innovazione sociale cerca nuove idee per offrire maggiori possibilità ai giovani nelle loro comunità locali. Ad ognuno dei tre progetti vincitori sarà assegnato un premio di 50 000 euro che li aiuterà a concretizzare le loro idee e fare davvero la differenza.” ha dichiarato Sławomir Tokarski, direttore responsabile dell’Innovazione e fabbricazione avanzata, Direzione generale del Mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI della Commissione europea il quale, nel manifestare la propria soddisfazione per l’inaugurazione del concorso a Parigi, ha inoltre aggiunto che le idee migliori potrebbero essere realizzate su più ampia scala o replicate in tutta Europa.

Durante l’inaugurazione sono state presentate informazioni, sfide e studi di casi da innovatori ed esperti provenienti dalla Francia e dal resto dell’Europa, come OuiShare, SenseCube, MakeSense, Voxe, Ashoka France, Mondragon Team Academy e Projektfabrik. Sono state inoltre esplorate strategie per sostenere i giovani che faticano ad inserirsi nell’economia locale.

Mentre alcune componenti della società e alcune zone hanno già tratto benefici dalle nuove tecnologie e dalle nuove modalità di lavoro, altre rischiano di restare indietro. I giovani devono essere in grado di partecipare pienamente all’economia e di trarre il massimo vantaggio dalle nuove opportunità sviluppando nuove competenze e capacità adeguate, indipendentemente dal luogo in cui vivono.

La sfida proposta dall’edizione di quest’anno del concorso riguarda idee e progetti che si avvalgono di tecnologie o approcci al lavoro atti a rivitalizzare le regioni o comunità locali che rischiano di perdere i loro giovani e i loro talenti a causa della mancanza di opportunità economiche.

Le idee possono riguardare anche, ma non solo:

  • iniziative che sfruttano nuove tecnologie e modalità di lavoro per offrire opportunità ai giovani emarginati all’interno delle loro comunità locali;
  • idee che aiutano i giovani che altrimenti non sarebbero diventati innovatori a creare le proprie opportunità per un’occupazione intelligente, inclusiva e sostenibile nel loro contesto locale;
  • idee elaborate insieme ai giovani per rispondere ad esigenze specifiche delle loro comunità locali in termini di competenze, esperienze e opportunità;
  • soluzioni per migliorare la qualità della vita e la sicurezza finanziaria dei giovani in situazione lavorativa irregolare;
  • innovazioni che forniscono informazioni, consulenza e orientamento ai giovani, affinché possano sperimentare le opportunità offerte dalla nuova economia;
  • programmi che forniscono alla prossima generazione di lavoratori competenze che consentono ai giovani di valorizzare i cambiamenti tecnologici.

Il concorso si rivolge ad innovatori sociali, imprenditori, studenti, designer, appassionati di tecnologia, educatori, realizzatori, fautori e promotori – persone che hanno un’ottima idea e desiderano trasformarla in un’iniziativa che rechi vantaggi alla loro comunità e possa essere applicata anche altrove. Vi possono partecipare individui, gruppi e organizzazioni dell’Unione europea e dei paesi associati a Orizzonte 2020.

Nel quadro del concorso saranno organizzate attività di tutoraggio su misura in materia di sviluppo imprenditoriale per i trenta semifinalisti, ovvero per le trenta candidature più promettenti, che saranno selezionati da una giuria di esperti e invitati ad un’accademia dell’innovazione sociale a Cluj-Napoca, in Romania, a luglio. Nella fase finale, dopo la presentazione di piani aziendali dettagliati, i tre vincitori saranno selezionati dalla giuria. Attraverso questo processo le idee e le iniziative più innovative saranno in grado di produrre risultati sostenibili.

Il concorso europeo per l’innovazione sociale è stato organizzato per la prima volta nel 2012 in memoria di Diogo Vasconcelos, politico e innovatore sociale portoghese. Da allora, il concorso affronta ogni anno un tema nuovo, con l’obiettivo di affrontare ogni volta un problema diverso in Europa.

Le domande di partecipazione possono essere inviate fino al 27 aprile 2018 (entro le ore 12, ora di Bruxelles). Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/growth/industry/innovation/policy/social/competition_it

Per eventuali domande sulla partecipazione al concorso si prega di scrivere al seguente indirizzo e-mail: info@socialinnovationprize.eu

Per seguirci su Twitter: @EUSocialInnov #diogochallenge

Per abbonarsi alla newsletter del concorso: http://eusic.challenges.org/newsletter/

 

 

nuovo-banner-aquamarine-creations

Redazione You Donna

You Donna è la sezione donna che ti tiene sempre informato sulle ultime notizie dedicate alle donne.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *