“Femminamente”

“Femminamente”

Nella sede “dell’Angelo a pois”, la dott,ssa. Marilena Teodoro, presenta una “Collettiva d’Arte” dal giorno 03al 10 marzo, in tandem, con l’artista rosa Catello in veste di Direttrice Artistica, le quali hanno programmato in anteprima, la giornata dedicata alla Donna.

Che strana parola il titolo di questa Collettiva “Femminamente” donna che mente, donna falsa, donna che sogna, donna che tace, donna che ha memoria, donna smemorata, donna che agisce senza farsi accorgere, si può dire e pensare di tutto e su tutto di questa parola.

A questo punto, vi lascio un rebus da scoprire. Certo, per qualcuno sarà un dilemma, il significato di questa strana parola, coniata dall’artista Marilena Teodoro quindi bisogna mettersi alla prova.

La giornata dedicata alla Donna, ideata evoluta in anteprima, dalle due artiste, Rosa Catello e Marilena Teodora, le quali hanno realizzato e condivisa la stessa idea. Inizialmente partita come una semplice “Collettiva  d’Arte”, ma nella realtà, è stato un bellissimo momento d’incontro, tra tutti gli artisti per raccontarsi, conoscersi, riannodare amicizie, unirsi agli altri dialogare tra loro, senza mai isolarsi.

Donne, che nel retroscena o dietro illusori paraventi, esprimono sulle tele, le personali tensioni generate da una guerra intima e solitaria, che non conosce il vero nemico e nella più nera ribellione al fato, riescono a esprimere il personale risentimento, che le opprime sempre più.

Il mondo femminile, si specchia nelle tele, che si ammirano in uno studio o in una galleria d’arte, le stesse diventano specchi dell’anima, lo specchio riflette poi un corpo disarticolato, è un’anima infelice.

La loro forza inventiva, in un approccio critico si presta senza timore a disorientare il pubblico, ma in realtà, la loro pittura è pervasa da una forte tensione emotiva, che esplode sulle tele, la stessa è sempre caratterizzata, dalla crudezza dei contenuti, incompleti o tratteggiati o fermati con scabra essenzialità. In alcune immagini drammatiche condensano meccanicamente momenti che catturano la singola realtà, in parte oggettiva. Oggi le donne non accettano più limiti alla loro libertà di viaggio nell’arte, nelle loro stagioni creative le loro sperimentazioni nel “solco della creatività” sono una chiave di lettura, della contemporaneità, indagando in uno spettro ampio di realtà e del rapporto tra uomo e donna.

La donna, nella ricchezza di tante fonti d’ispirazione del proprio lavoro, sceglie la volontà di “reinventare” il passato, lasciando alle spalle tutte le convenzioni, per non riattivare il passato, Inizia un nuovo dialogo con il presente, uno scambio d’idee, un nuovo dire, quindi, preferisce la nozione del presente o dell’immediato. Dopo tanto parlare,  finalmente torna il sorriso sulle labbra e negli occhi di tutti.

Gli artisti presenti alla Collettiva d’Arte:

Katya Abbrescia, Kalanik Adagia, Carmela Alberini, Mario Boezio, Rosa Brandonisio, Rosa Catello, Pasquale Cipriani, Umberto Colapinto, Anna Corsini, Antonietta Cuccovillo, Yanira Delgado, Francesca De Giulio, Angela Di Stasi, Raffaella Fato, Valentina Gasparro, Nancy Gesario, Beatrice Giorgio,

Liliana Lerede, Michele Maggi, Anna Marinelli, Giusy Rizzi, Anna Luisa Rutigliano, Antonietta Settanni, Rosaria Squicciarini, Flavia Tatone, Isabella Tavarilli, Luciana Tommasicchio.

Anna Sciacovelli

Redazione You Donna

You Donna è la sezione donna che ti tiene sempre informato sulle ultime notizie dedicate alle donne.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *